Come l’occhio ha una visione stabile in movimento, uno studio lo spiega